TEOREMI – Performance Festival 12-14 Giugno 2014, MUSEO D’ARTE CONTEMPORANEA VILLA CROCE, Genova

On 28 maggio 2014

Teoremi è il primo festival di performance italiano contro le discriminazioni di orientamento sessuale  e d’identità di genere. Il festival si terrà presso il Museo d’Arte Contemporanea di Genova Villa Croce, dove inaugurerà giovedì 12 giugno, includendo performance in centro cittadino nella giornata di venerdì 13 e festa finale in museo sabato 14.

 

Il festival Teoremi si offre come momento di riflessione partecipativo sugli aspetti discriminatori della realtà italiana, focalizzandosi in specifico sulle problematiche omofobiche e transfobiche che affliggono il nostro Paese. Prendendo a riferimento l’omonimo film di Pier Paolo Pasolini, il titolo del festival si riferisce alla possibilità di riformulare quei postulati – o “teoremi” – etico-comportamentali che in Italia legano tuttora fattori di cultura e di “valori tradizionali” a continue discriminazioni interne alla propria comunità. Il festival intende collocarsi in un mese di rilevante interesse storico e sociale – essendo quest’ultimo protagonista di manifestazioni dedicate alla visibilità e al rispetto dei diritti LGBT in tutto il mondo fin dal 1968 (ricordiamo inoltre il 17 Maggio per l’International Day Against Homophobia, Biphobia and Transphobia).

In tre giornate di performance, il festival metterà in luce i lavori di artisti che riflettono da una prospettiva italiana le problematiche affrontate: canecapovolto, Tiziana Contino, exvUoto teatro, Kyrahm & Julius Kaiser, Ruben Montini & Alexander Pohnert e Mona Lisa Tina. Party finale con DJ Wawashi (Hard Ton). Curato da Giulia Casalini e Roberta Orlando. In collaborazione e co-produzione CUNTemporary e Archivio Queer Italia.

 

Informazioni e Stampa

info@archivioqueeritalia.com  |  www.archivioqueeritalia.com

Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce – Via Ruffini, 3, Genova  |  Tel. +39 010 580069

PROGRAMMA

VIDEO canecapovolto, Io sono una parte del problema (2013, 33’10”) [loop, interno museo].

GIOVEDÍ 12 GIUGNO

MUSEO DI VILLA CROCE

h. 17:00 – 22:00  Ruben Montini & Alexander Pohnert, Finocchi, performance.

h. 18:30 – 19:00  Presentazione del festival con Luisa Stagi (co-direttrice di About Gender e ricercatrice in sociologia presso l’Università di Genova) e le curatrici Giulia Casalini e Roberta Orlando.

h. 20:00 – 21:30  Tiziana Contino, Mimesi/Metessi, performance.

VENERDÍ 13 GIUGNO

CENTRO CITTADINO

h. 14:00 – 18:00  exvUoto teatro, Toccata e fuga per coniglio solo, performance [Piazza Matteotti].

h. 20:30 – 22:30  Mona Lisa Tina, Io non ho vergogna, performance [Piazza San Giorgio verso Porto Antico].

SABATO 14 GIUGNO

MUSEO DI VILLA CROCE

h. 19:30  Kyrahm & Julius Kaiser, L’Obsolescenza del Genere, performance. Video in loop a seguire.

h. 20:30 – 00:00  Closing party con DJ Wawashi (Hard-Ton).

 

Gli eventi sono gratuiti e aperti al pubblico. Alcune performance possono contenere nudità.

 

canecapovolto è un collettivo artistico nato a Catania nel 1992. In una continua sperimentazione, supportata dall’uso di vari mezzi quali film acustici, video, installazioni, happening, etc., canecapovolto sviluppa un’indagine sulle possibilità espressive della visione e sulle dinamiche della percezione con tecniche originali di trattamento e manipolazione dell’immagine. Partendo dal cinema e da esperimenti visivo-sonori inizialmente legati al cortometraggio in super-8, il gruppo ricorre a diverse pratiche di produzione audio-video, “sabotando” l’immagine mediatica di partenza con l’intento di attuare strategie di spiazzamento. canecapovolto pone grande attenzione nell’indagare la matrice scientifica della comunicazione e la sua risposta nello spettatore.

 

Nato a Oristano nel 1986, Ruben Montini nella sua ricerca artistica focalizza l’attenzione su quali possano essere le possibili applicazioni del linguaggio radicale che ha caratterizzato la performance femminista fin dagli anni ‘60, arrivando alle tematiche queer. Tra le più recenti apparizioni ricordiamo PIECE, percorsi della performance, insieme ad Alexander Pohnert al Teatro Studio di Scandicci (2014) e la collettiva Fuck Taboo (2013, Galleria Camera16, Milano). Alexander Pohnert, nato a Heidelberg, Germania, nel 1983, consegue una laurea magistrale in Performance Studies, Freie Universität Berlin (2011), dedicandosi a installazioni, video, suono e performance. Le performance dei due artisti (con base a Berlino) elaborano contenuti di chiave “intima” verso un’interpretazione di forte attinenza politica.

 

Nata a Catania nel 1979, la ricerca artistica di Tiziana Contino si focalizza sul transgenderismo e sulle modalità di relazione che si sviluppano da quest’ultimo, nonché sul continuo mutamento d’identità. É docente di Graphic design presso lʼAccademia di Belle Arti di Catania e di Progettazione grafica presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Dal 2013 tiene una rubrica dedicata alla videoarte (VIDEOPASS) sulla rivista TribeArt e conduce un programma radio sulle arti visive e performative (Tarzan e la LiAna, Radiolab). Tra le partecipazioni più recenti ricordiamo il Premio Arte Laguna (2013), PIXEL – La nuova generazione della videoarte italiana, San Benedetto del Tronto – AP (2012), la 52° Biennale Di Venezia, Padiglione Italia/Accademie (2011), il Premio Celeste (2010), VIDEOmed, Fondazione Merz, Torino Fabbrica del Vapore, Milano (2010).

Il gruppo exvUoto teatro ha sede a Vicenza. Formatosi nel 2011, si costituisce attorno al progetto Funi E Desideri Rapidamente Ammazzano (F.E.D.R.A.), una riflessione sulle figure di Fedra e Ippolito. Dopo numerose esperienze teatrali in ambiti tra loro molto diversi, Antonia Bertagnon, Andrea Dellai e Tommaso Franchin decidono di sviluppare insieme un linguaggio comune, andando oltre le convenzioni teatrali tradizionali, e relazionandosi col pubblico in modalità imprevedibili.  La compagnia partecipa a festival e a eventi artistici indipendenti, spaziando da spettacoli teatrali a performances site-specific in piazze, locali, gallerie d’arte, chiostri etc., alla ricerca di “vuoti” sociali da rivitalizzare e riqualificare.

Kyrahm è una delle maggiori rappresentanti della live art in Italia. Julius Kaiser ha studiato regia e scrittura cinematografica ed è tra i principali promotori della subcultura Drag King. Il loro incontro ha dato vita a opere di performance e video arte di riconoscimento internazionale. Operano in Italia nella diffusione del linguaggio della performance art, creando eventi e luoghi di aggregamento e incontro per artisti italiani e stranieri, a livello istituzionale e underground. Hanno curato “Mut-Azioni” Festival Internazionale della Performance Art di Roma e Extreme Gender Art. Fanno inoltre parte di Eac, a cura di Umberto Scrocca e Achille Bonito Oliva: progetto artistico itinerante comprendente eventi e mostre realizzate da artisti delle avanguardie internazionali.

Mona Lisa Tina è nata a Francavilla Fontana (BR) nel 1977; vive e lavora a Bologna. Artista e Arte Terapeuta, pone al centro di tutte le sue riflessioni il corpo come spazio relazionale indentitario. Dal 2011 coordina, assieme a Stefano Ferrari, il Gruppo di studio “Psicologia e Arte Contemporanea” della IAAP (International Association for Art and Psychology). Principali mostre: Interacting bodies, ArtVerona (2012), IL CORPO SOLITARIO. L’autoscatto nella fotografia contemporanea, Perugia (2013), Critica Creativa. Installazione fotografica e sonora, AR.RIVI (Archivio Ricerca Visiva), Milano (2013) e Premio Internazionale Limen Arte V edizione, (2013). Mona Lisa Tina conduce numerosi seminari e workshop incentrati sui punti fondamentali della propria ricerca artistica; le sue opere sono state presentate in mostre personali e collettive in Italia e all’estero.

Hard Ton è un duo italiano di musicisti con una passione smisurata per la house music, il metal e la cultura camp. Nato dalla collaborazione tra DJ Wawashi e il cantante heavy metal Max, il duo ha collaborato con svariati produttori musicali e  importanti etichette discografiche underground, portando il loro show in alcuni tra i luoghi più importanti al mondo nel campo della musica e dell’arte (Berghain di Berlino, Wire Festival Tokyo, Horse Meat Disco e l’ICA di Londra).

In collaborazione con e prodotto da CUNTemporary / Archivio Queer Italia.

Con il patrocinio del Comune di Genova e il Supporto di About Gender (International Journal of Gender Studies).

Catering Birrificio Genovese.

Comments are closed.