Sense 1+1, Bologna

On 11 luglio 2013

Performance di Mona Lisa Tina, Giovanni Gaggia, Tiziana Contino, Domenico Buzzetti.

Sense 1+1 è un progetto performativo corale fondato sull’interazione con il fruitore. Gli artisti  riflettono sulla dimensione ambivalente del concetto del “libero arbitrio” e sottolineano le perplessità oggettive di  questa affermazione, nell’azione complessiva del lavoro.

Il pubblico invitato a prendere parte all’azione, sarà consapevole relativamente della dimensione con cui si relazionerà, poiché ciò che egli percepirà  prima di attivarsi,  sarà solo “suono”. Questo è tradotto all’esterno da una complessa struttura di amplificazione dell’audio, che ha origine dall’interazione tangibile e fisica   tra il corpo del fruitore e quello del performer.  Successivamente all’ascolto, verrà indicato ad ogni spettatore partecipante  di entrare da solo nello spazio, di togliersi le scarpe e di scegliere liberamente  uno degli artisti con cui vorrà condividere le proprie emozioni o le esigenze emotive di quell’esclusivo momento.

Se è vero quindi che “ciascuno è libero di fare le proprie scelte” è indiscutibile il fatto che l’esterno, la provenienza, la formazione culturale ed esperienze personali esercitano su di noi un grande potere decisionale, così nella vita di tutti i giorni, così  nelle occasioni eccezionali; proprio come nello svolgersi di una performance dove viene offerta la possibilità al fruitore, di fare quello che vuole con il Corpo del performer, stimolando così in lui un forte senso di autonomia ma allo stesso tempo di grande  responsabilità nei confronti dell’altro.

Tina, Gaggia, Contino e Buzzetti contaminano le loro personali indagini artistiche aspirando, nello sforzo della condivisione, alla creazione di  un unico Corpo sonoro.

Sense 1+1 è stato presentato nel 2012, all’interno di “InCorpo 012”, Rassegna Performativa a cura di Sponge ArteContemporanea, presso “BTF Temporary Space, Bologna”.

Comments are closed.