Festival: Marradi Campana InFesta, ed. 1, (s)Nodo, 11 Luglio Marradi – 2015.

On 2 luglio 2015

COMUNICATO STAMPA

MARRADI CAMPANA INFESTA Edizione n 1 (s)Nodo

Fuoridentro la reclusione

 

L’artista  Stefano  Scheda,  con  i suoi  allievi  dell’Accademia  di Belle Arti di Bologna - corso “strategia  dell’invenzione”, a seguito del workshop in collaborazione con la performer e arte terapeu ta Mona Lisa Tina, l’artista  Serena Piccinini e il designer Francesco Benedetti, propone:“  Marradi Campana Infesta” ed. 1 (s)Nodo. Dopo il tema “catastrofe/scatastrofe” dell’edizione 0, l’infestazione  continua  col “nodo /snodo”,    conservando  un rap- porto privilegiato  e di elezione con il poeta Dino Campana, padre assente nel CORPO/VITA della poesia RI-LETTA.

I CANTI ORFICI sono anche CANTI ORFANI nella soglia bipolare/bifronte dello smarrimento di un altrove, che è anche nostro.

Marradi, territorio di confine fisico/mentale microcosmo architet- tonico  e  sociale,  diventa      prototipo   rappresentativo  per un’indagine esponenziale e dinamica sul campo. Campana a Marradi   ha patito,  ma è riuscito  a trovare un suo sguardo d’incanto “fuori dell’industria del cadavere”.

Si alterneranno manifestazioni creative e partecipative,  svestimenti antropologici  e riappropriazioni  di senso identitario, all’interno di un processo  interattivo  fra artisti, teorici,  abitanti  e territorio,  an-che alla luce dei differenti punti di vista di: un logico matematico, un filosofo,  un critico  d’arte,  uno psicoanalista  e un’antropologa. Pellegrini in cerca di una patria emozionale si faranno adottare da Marradi infestandosi, vivendo e partecipando  le performaces  e gli eventi ideati per stare diversa/mente insieme.

Il progetto  non si esaurirà nella giornata dell’11 luglio 2015, ma vedrà la sua evo- luzione in altri dialoghi e confronti, nell’arco di un tempo indefinito.

 

PROGRAMMA

 10 luglio 2015

 

22.00/23.00 Chiostro Convento Chiesa di Popolano (Marradi) Anteprima del Festival

Ubaldo Claudio Cortoni, Monaco di Camaldoli, Teologo: conversazione sul tema del (s)Nodo

11 luglio 2015

 

11.00/12.30 Teatro degli Animosi

Apertura Marradi Campana Infesta

Lectio magistralis “il nodo è sciolto” Piergiorgio Odifreddi, noto matematico  e saggista, suggerirà una serie di modalità attive di scioglimento  del nodo.

 

12.30/15.30 Teatro degli Animosi

Digiuno del nodo

Per sopperire alla mancanza di cibo nutriamoci d’arte prendendo  parte all’installazione performativa del Re nudo.

Saranno consentite bevande nutrienti ed energizzanti  per non soccombere.

 

15.30/24.00 Teatro degli Animosi

Fuoridentro la rappresentazione

Il teatro,  da luogo della rappresentazione,  diverrà luogo della vita, attraverso  il ribaltamento  dei canoni consueti tipici del proprio schema architettonico. Il Re lasciando cadere i suoi abiti a terra

è nudo. Nel suo passaggio dal fuori al dentro della scena scioglie anche il nodo di tutti.

 

15.30/16.00 Teatro degli Animosi

Contributo  teorico“Non è forse l’amore un nodo stretto tra l’angoscia e il diletto”,  Matteo  De Si- mone, psicoanalista ordinario e responsabile culturale Associazione Italiana di Psicoanalisi.

 

16.00/16.30 Teatro degli Animosi

Contributo  Teorico“Tessiture”,  Mili Romano - artista e docente del corso di Antropologia  cultura- le, Accademia di Belle Arti di Bologna.

 

16.30/17.00 Teatro degli Animosi

Contributo  Teorico,“Nodi  e Snodi: una ricerca sull’incomprensibile”, Giorgio Bonomi, critico, teo- rico e Direttore della rivista  di Arte Contemporanea “Titolo”.

 

17.00/17.30 Teatro degli Animosi

Contributo  Teorico, “La forma universal di questo nodo”,  Erasmo Silvio Storace, filosofo,  colla- boratore presso l’Università dell’Insubria di Varese.

 

18.00/19.30 Vari punti nel centro del paese

Performance con il coinvolgimento  del pubblico: “Il giardino degli (s)Nodi”

Da un’idea di Mona Lisa Tina

Un corteo  silenzioso, composto  da tutti  i presenti, sarà impegnato  nella raccolta  di una serie di piccoli  bulbi gemmati inseriti eccezionalmente,  per l’occasione,  all’interno di una selezione di cestini della spazzatura, già collocati  presso alcuni punti nevralgici del paese. Ogni cestino, prezio- samente rivestito, recherà esternamente una scritta identificativa  del proprio  (s)nodo, rappresentante i temi che da sempre annodano e snodano la transitorietà dell’esistenza. Il corteo avrà inizio in viale della Repubblica, n.3 per poi proseguire dal piazzale del Teatro degli Animosi a Piazza Le Scalelle, e dal Centro Studi Campaniani “Enrico  Consolini”  al giardino  di Villa Ersilia, (residenza per anziani), tappa conclusiva del percorso. I bulbi così raccolti verranno piantati mediante un atto di condivisione collettiva e donati alla comunità degli anziani: distillatori di memorie e saggezza popolare,  da quel momento  in poi essi avranno il libero arbitrio  di prendersene cura o, diversa- mente, abbandonarli.

 

19.30/20.00 Piazza Guerrini

Performance alimentare Nodini

“Panino” del Forno Quadalti realizzerà per l’occasione una serie di pagnotte a forma di (s)nodino .

 

21.00/22.00 centro storico

Accoglienza all’arte

 

Alcuni “piccoli  lavori” realizzati dagli allievi al termine del workshop  verranno messi all’incanto a prezzi simbolici  al doppio  scopo  di finanziare il Festival e abituare all’accoglienza dell’arte, dive- nendo il pretesto per una lezione dibattito  sull’arte contemporanea  tra professori, allievi dell’accademia e pubblico.

 

23.00/24.00, Piazza Le Scalelle

Performance con il coinvolgimento  del pubblico  “Le campane di Dino”

La lettura dei nodi dalla cima della Torre dell’orologio del Municipio.

 

10.00/24.00

Altri segnali estetici emozionali sparsi e inframmentati

 

TRANSNODO/roll nroll

Da un’idea di Stefano Scheda

Un passaggio psico-magico attraversando i nodi.

Al termine del percorso ognuno scrive il/i proprio/i  nodi più privati su un rotolo di carta che verrà

avvolto impedendo a chiunque altro di leggere e conoscere il nodo scritto precedentemente. Al termine il rotolo verrà lanciato dal campanile.

 

S/catastrofe  video documentativo Edizione 0 2014 (riprese e montaggio C. Ghisellini)

Durante tutta la giornata verrà proiettato  su un grande schermo in Piazza Scalelle, il video di do- cumentazione  dell’edizione precedente  del Festival. Ogni bar, ogni locale e ogni negozio marra- dese   provvisto   di   uno   schermo   farà   la   stessa   operazione,   amplificando    e   diffondendo un’atmosfera di travolgente ed esuberante “infestazione”.

 

Icone al vento

Tutti gli abitanti di Marradi sono invitati ad appendere un abito alla finestra, icona al vento.

 

 

 

 

 

La partecipazione a tutti gli eventi è gratuita e non occorre prenotazione.

 

 

 

 

 

Luoghi del Festival:

 

•       Teatro degli Animosi, Viale della Repubblica n. 3 – 50034 Marradi (FI)

 

•       Chiostro Convento Chiesa di Popolano di Marradi (FI)

 

•       Piazza Le Scalelle – 50034 Marradi (FI)

 

•       Piazza Guerrini – 50034 Marradi (FI)

 

•       Urban Center, Viale della Repubblica – 50034 Marradi (FI)

 

•       Villa Ersilia Via Dino Campana n. 5 – 50034 Marradi (FI)

 

 

I nf o e co nt at t i :

 

•       FB – Marradi Campana InFesta,

 

•       e-mail: campana.infesta@gmail.com

 

•       cell: 347.642.48.66

 

 

 

 

 

 

 

 

Si ringraziano gli studenti  di Stefano  Scheda,  corso  Strategia  dell’invenzione  dell’Accademia di

Belle Arti di Bologna e:

Accademia di Belle Arti di Bologna, Comune di Marradi – Assessorati alla Cultura e all’Istruzione, Compagnia  ”Per non perire d’inedia”,  Associazione Culturale Amici di Lanfranco Raparo, Comu- nità  di  Sasso –  Co.M.E.S.  Com.I.L.,  Centro  Studi  Campaniani  ”Enrico  Consolini”,  Teatro  degli Animosi  Associazione  Culturale  ”A  Marradi  c’é”,  Pro  Loco  Marradi,  Christian  Ghisellini,  Vanis Dondi, Maurizio Brunetti, Nedo Zanolini, Anna Rosa Venturini, Giuseppe Matulli, Gian Luca Testa, Giulio Miniati, Filippo Bernabei, Licia Faggella, Giuditta Gigli, Sara Fabbri, Livietta Galeotti Pedulli, Casa Scheda B&B, Farmacia Ciottoli, Forno Quadalti, Villa Ersilia – A.S.L. N°10 Marradi, ASCOM, gli abitanti di Marradi.

Comments are closed.