Convegno: Il Corpo in performance tra stati di alterazione di coscienza e processo creativo, sabato 4 maggio e domenica 5 maggio, 2019, Bologna

On 19 aprile 2019

COMUNICATO STAMPA

 

Il Corpo in performance tra stati di alterazione di coscienza e processo creativo

 

Convegnoa cura di Stefano Ferrari e Mona Lisa Tina

Sabato 4 maggio e domenica 5 maggio 2019

DAMSLab, piazzetta P.P. Pasolini, 5b – Bologna 

Il Convegno, promosso dal Centro La Soffitta del Dipartimento delle Arti – Università di Bologna, in collaborazione con la sezione Emilia-Romagna dell’ International Association for Art and Psychology (IAAP), intende esplorare nuove chiavi di lettura dell’esperienza estetica/estatica degli artisti che utilizzano specificamente e in modo totalizzante il proprio corpo come strumento di comunicazione.

Verranno altresì considerate possibili relazioni con gli stati di alterazione di coscienza, ampiamente descritti dall’antropologia e dalla psicologia. In questo contesto, si analizzeranno anche le implicazioni relative all’appartenenza di genere dell’artista e le possibili differenziazioni comportamentali ed espressive che ciò può rappresentare.

Il tema dell’alterazione di coscienza verrà affrontato sia come esperienza psichica individuale dell’artista nel rapporto con la sua creazione, sia come strumento empatico di fruizione, dove le emozioni diventano collettive, in una relazione estremamente significativa tra il singolo e la comunità.

In questa prospettiva le arti svolgono infatti un ruolo essenziale e gli artisti, come canali di trasmissione sensibile di codici universali, ci accompagnano nella loro dimensione di “estasi creativa”, che paradossalmente è qualcosa di molto meno metafisico e astratto di quanto si creda.

Interverranno: Anna Maria Acocella (Psicologa e psicoterapeuta),Lori Adragna (Storico dell’arte e curatore), Laura Budriesi (Ricercatrice Dipartimento Delle Arti, Università di Bologna), Giulia Casalini (Curatrice e produttrice nell’ambito della live art),Alessandra Castellani (Docente di Antropologia delle società complesse, Accademia di Belle Arti, Roma), Marco Chisotti (Psicologo, psicoterapeuta e ipnoanalista), Enrico Maria Davoli (Storico dell’arte, Docente di Storia del Design, Accademia di Belle Arti di Brera), Stefano Ferrari (Docente di Psicologia dell’arte, Università di Bologna), Massimo Festi (Performer e attore teatrale), Sergio Galante (Psicologo e psicoterapeuta), Kyrahm (Artista e performer), Antonio Marazzi (Antropologo visuale), Porpora Marcasciano (Sociologa, esponente LGBTI e Presidente del MIT), Rosaria Mignone (Psicoterapeuta, arte terapeuta e artista), Maria Giovanna Musso (Docente di Sociologia del mutamento e della creatività all’Università La Sapienza, Roma), Cristiana Natali (Docente di antropologia culturale all’Università di Bologna), Ilaria Palomba (Scrittrice e saggista), Sibilla Panerai (Docente di Storia dell’Arte Contemporanea, Università G. D’Annunzio, Pescara), Angelica Polverini (Storico dell’arte e saggista), Arianna Romano (Counselor filosofico, costellatore famigliare e scrittrice), Erasmo Silvio Storace (Filosofo e professore a contratto all’Università dell’Insubria di Varese), Mona Lisa Tina (Artista e performer).

 

L’incontro è aperto al pubblico fino ad esaurimento posti.

 

Info: 340.4514674

monalisatina77@yahoo.it

stefano.ferrari@unibo.it

www.psicoart.unibo.it;

www.monalisatina.it

Comments are closed.